Feedback dei nostri clienti

Invece di affermare di essere un “leader del mercato mondiale” (come fanno molti), preferiamo lasciare che siano i nostri clienti a parlare:

 

BMW AG, stabilimento di Monaco di Baviera

MikronArea di produzione degli alberi a camme

Sensori: misurazione della potenza attiva (WLM-3)

Macchine controllate: torni tipo Index G 300 e Boehringer VDF 25

Citazione: “L’avanzamento viene fermato immediatamente in caso di usura eccessiva o di rottura della lama e questo funziona molto bene. Generalmente il sistema di controllo ferma la macchina appena prima che il tagliente si rompa, che appunto NON si rompe. Di conseguenza è possibile aumentare la durata di vita utile, e la precisione dimensionale degli alberi a camme prodotti è diventata indipendente dallo stato di usura.”




 

Staiger GmbH & Co. KG, Erligheim

staigerRainer Nagy, preparazione del lavoro e produzione meccanica

Sensori: rilevatore di vibrazioni (SEA-Mini)

Macchine controllate: Tornos Deco 8sp

Citazione: “Come produttore di elettrovalvole, produciamo un’estesa gamma di pezzi singoli che installiamo presso la nostra sede. Per un grande progetto è stato acquistato e messo in esercizio un tornio automatico CNC Tornos Deco 8sp. A causa dell’aumento del numero di pezzi nel corso del progetto, siamo stati costretti a produrre anche nel 3° turno. Il componente da produrre è un pezzo sensibile con tolleranze molto strette e si utilizzano utensili con le dimensioni più piccole possibili. Prima dell’impiego si verificavano ripetutamente rotture di utensili, soprattutto nel 3° turno. Questo ha portato in seguito a un’elevata produzione di scarti. Da quando è stato messo in funzione il sistema di controllo dell’utensile Nordmann, che è stata una cosa piuttosto difficile a causa delle piccole dimensioni degli utensili, questa elevata produzione di scarti è stata completamente eliminata.

Da allora il sistema funziona con grande affidabilità di processo.

Ciò che vorremmo menzionare in particolare è la competente consulenza tecnica da parte di Nordmann e la risoluzione dei problemi orientata alla pratica.

Al momento stiamo preparando altre installazioni in collaborazione con Nordmann.”




 

Heismann Drehtechnik GmbH & Co. KG, Velbert

MikronHubert Radziej, Direttore tecnico

Sensori: misurazione dinamometrica (BDA-Kralle), misurazione tramite vibrazioni (SEA-Mini)

Attività di controllo: riconoscimento dell’usura e della rottura

Macchine controllate: tornio automatico a più mandrini Schütte

Citazione: “I miei dipendenti non fanno più funzionare le macchine senza il controllo dell’utensile Nordmann perché sanno che le rotture vengono rilevate in modo affidabile, evitando così i danni conseguenti. Inoltre aumentano anche parzialmente le velocità di avanzamento degli utensili, cosa che permette di ottenere una maggiore produttività. Il controllo dell’utensile è allo stesso tempo anche una protezione degli utensili.”




 

Insys Industriesysteme AG, Münsingen, Svizzera

MikronHanspeter Aeschlimann, Responsabile dello sviluppo

Sensori: modulo di potenza attiva (WLM-3), rilevatore di vibrazioni (SEA-Mini)

Attività di controllo: imbocco (del pezzo) e riconoscimento dell’usura durante la rettifica, la pulitura e la sbavatura

Citazione: “Con il controllo dell’utensile Nordmann abbiamo sempre una soluzione ben progettata, anche per le nostre applicazioni più esigenti. I tempi di reazione rapidi di 1,9 ms permettono alte velocità di avvicinamento e ciò si traduce in un guadagno di tempo per ciclo dei pezzi.”




 

SFS Intec Inc., Medina, OH, USA

MikronM. Bangert, Capogruppo barra di torsione

Sensori: modulo di potenza attiva (WLM-3), scanner della lunghezza del pezzo (WLT) per il controllo della quota del pezzo

Macchine controllate: Mikron Multifactor

Citazione: “Ottima assistenza. Il sistema permette di risparmiare sui pezzi di scarto. Il WLT funziona perfettamente!
So immediatamente se il pezzo da lavorare è nella posizione giusta. L’assistenza è stata sempre eccellente. Il tecnico Nordmann ha avuto l’idea del WLT. Se non ci fosse stato lui, non avremmo potuto risparmiare così tanti soldi sui pezzi di scarto.”




 

Müller & Guski oHG, Herscheid

MikronAchim Guski, Amministratore delegato

Sensori: modulo di potenza attiva (WLM-3), rilevatore di vibrazioni (SEA-Mini)

Macchine controllate: Traub TNA 300

Attività di controllo: rilevamento dell’usura dell’utensile, controllo della quota del pezzo

Citazione: “I processi di produzione sono controllati tramite la potenza attiva e le vibrazioni. Nel corso degli ultimi mesi è stato possibile acquisire sempre più conoscenze e adesso l’impianto funziona perfettamente e la nostra soddisfazione è del 100%! Vorrei sottolineare soprattutto l’eccellente collaborazione con la vostra azienda nella realizzazione di richieste speciali! Collegando in “rete” diverse macchine CNC con un solo strumento di misura, da un lato è stato possibile risparmiare costi e, dall’altro lato, si è garantito il controllo di tutte le macchine. In seguito ad alcune ottimizzazioni, il controllo funziona perfettamente e adesso possiamo evitare quasi completamente la rottura degli utensili e gli scarti. Vorrei inoltre sottolineare che il contatto con la vostra azienda è stato sempre amichevole!”




 

Linematic AG, produttore di macchine di trasferimento, Sevelen, Svizzera

MikronWilli Fiechter, Direttore operativo

Sensori: misurazione della potenza attiva (WLM-3) sul mandrino portautensile

Attività di controllo: riconoscimento dell’usura e della rottura durante la foratura, la fresatura, la foratura per filettature e la maschiatura

Citazione: “In passato avevamo installato sulle nostre macchine di trasferimento delle stazioni di controllo che utilizzavano una spina per verificare la presenza di un foro e quindi la presenza di una foratura. Da quando utilizziamo i sistemi di controllo dell’utensile di Nordmann siamo in grado di offrire ai nostri clienti letti macchina più corti, poiché abbiamo eliminato la necessità di stazioni di controllo. Grazie a Nordmann, il cliente acquista la macchina a un prezzo inferiore e può controllare non solo la rottura e l’usura di punte e frese, ma può controllare anche la maschiatura e la foratura delle filettature, cosa che prima era molto difficile (prima di Nordmann).”




 

Burgmaier Hightech GmbH + Co. KG, Laupheim

MikronUwe Schweizer, Direzione dello stabilimento

Sensori: misurazione della potenza attiva con modulo di potenza attiva (WLM-3)

Attività di controllo: controllo della rottura dell’utensile nella macchina a tavola rotante Wirth & Gruffat in Wirth & Gruffat

Citazione: “Siamo estremamente soddisfatti di poter rilevare i danni al cuscinetto del mandrino portautensile attraverso la variazione della potenza a vuoto misurata dal vostro modulo di potenza attiva.”






 

Mikron Technology Group, Agno, Svizzera

MikronBeatrice Paniga, Responsabile del progetto clienti e del progetto Multistar

Prodotto: produzione di macchine automatiche a ciclo circolare su cui si fabbricano piccoli pezzi di alta precisione.

Sensori:
- Misurazione della potenza attiva in modo analogico (WLM-3) o digitale sul mandrino portautensile
- Rilevamento delle vibrazioni tramite idrofono per emissioni sonore (SEH) per mezzo di un   getto di lubrorefrigerante
- Controllo della lunghezza dell’utensile e del pezzo di lavorazione tramite barriera getto lubrificante (SDS)


Attività di controllo: riconoscimento dell’usura e della rottura di punte di trapano, frese, alesatori e utensili da tornitura.

Citazione: “Con i sistemi di controllo dell’utensile di Nordmann abbiamo trovato sempre una soluzione, anche per le attività di controllo difficili. Questo vale in particolare per il controllo delle punte di trapano più piccole, nell’ordine di qualche decimo di millimetro di diametro. Qui si impiega la misurazione delle vibrazioni tramite idrofono con il getto di lubrorefrigerante come conduttore dell’onda sonora oppure barriera getto lubrificante per getto lubrorefrigerante. Per la misurazione della potenza attiva, a seconda dell’azionamento del mandrino, si può eseguire la misurazione digitale tramite Profibus e la misurazione analogica trifase sullo stesso Tool Monitor.

Se il mio cliente vuole il controllo dell’utensile per la sua macchina, io gli propongo una soluzione di Nordmann.”




 

Tschudin, sistemi di rettifica e caricamento, Grenchen, Svizzera

TschudinChristian Schouwey, Direttore costruzioni meccaniche

Sensori:
- Rilevatore a correnti parassite (BDA-L) per il riconoscimento della posizione dei pezzi
- Rilevazione di vibrazioni del pezzo di lavorazione sul righello di supporto con sensore (SEA-Mini)

Attività di controllo: controllo della posizione dei pezzi caricati dal robot, controllo dell’imbocco (del pezzo) durante la rettifica senza punte, controllo delle collisioni e controllo della ravvivatura.




Citazione: “Grazie al controllo dell’utensile di Nordmann possiamo interrogare con precisione i pezzi caricati dal robot per rilevare la loro posizione, possiamo prevenire le collisioni e i loro danni conseguenti e implementare il controllo dell’imbocco e della ravvivatura con una velocità di reazione di 1,9 ms.
Grazie alla tecnologia Nordmann, i nostri clienti possono
1. ridurre i tempi di ciclo,
2. rilevare ondulazioni del disco di molatura
3. rilevare vibrazioni autoeccitate
4. risparmiare sugli abrasivi.”




 

Schaeffler KG, Hirschaid

SchaefflerOliver Schlauch, Reparto tecnologia di lavorazione per asportazione di truciolo

Sensori: misurazione della potenza attiva con il modulo di potenza attiva (WLM-3)

Attività di controllo: controllo della rottura dell’utensile di vari utensili di piccole dimensioni su un Hydromat Pfiffner

Citazione: “L’auto-zoom tramite il menu di accesso rapido è proprio l’ideale, poiché si ha l’intervallo di misurazione ottimale in pochi secondi.”







 

Alfred Meier Mechanische Werkstatt GmbH Lohndreherei, Bettlach, Svizzera

Alfred MeierAlfred Meier, Amministratore delegato

Sensori:
- Rilevazione di vibrazioni dell’utensile tramite rilevatore delle emissioni sonore
  SEA-Mini
- Misurazione della potenza attiva del mandrino portautensile o portapezzo
  (a seconda dalla macchina) con (WLM-3)

Attività di controllo: riconoscimento dell’usura e della rottura di utensili di tornitura e foratura anche in modalità di funzionamento senza operatore, ad esempio durante i turni di notte.


Citazione: “Ho equipaggiato tutte le mie macchine, sia i torni a fantina mobile che le macchine automatiche a ciclo circolare, con il controllo dell’utensile di Nordmann, perché senza di questo non sarei affatto competitivo. Sono obbligato a produrre in tre turni per rispettare le scadenze, ma non posso distribuire i costi salariali del turno di notte sui pezzi prodotti, perché altrimenti i miei prezzi sarebbero troppo alti.

Produco di notte senza personale e, grazie a Nordmann, dormo tranquillamente perché sono sicuro che la mia produzione è controllata e i miei dipendenti vengono svegliati tramite cellulare da un dispositivo telefonico (attivato dall’allarme Nordmann) solo per i pezzi di lavorazione critici dal punto di vista temporale e solo allora devono recarsi di persona in azienda
per intervenire. Questo fa risparmiare oltre ai nervi, tempo e denaro.

Il collegamento e la navigazione del menu sono quasi autoesplicativi e strutturati in maniera logica affinché, se necessario, possa installarlo io stesso e i nuovi dipendenti non hanno bisogno di alcuna formazione da parte di Nordmann, ma ricevono brevi istruzioni da me.

Se non fosse stato per Nordmann, avrei potuto chiudere la mia azienda molto tempo fa.”




 

Precitrame Machines SA, produttore di macchine a tavola rotante, Tramelan, Svizzera

PrecitrameDaniel Kunz, Direttore costruzioni elettriche

Sensori:
1. Misurazione della potenza attiva dei mandrini portautensile sul modulo di potenza attiva (WLM-3).
2. Misurazione delle vibrazioni tramite idrofono per emissioni sonore (SEH) con un getto di lubrorefrigerante come conduttore dell’onda sonora, rilevazione di vibrazioni direttamente dall’utensile per diametri molto piccoli

Attività di controllo: rilevazione dell’usura e della rottura di punte di trapano, frese, alesatori e seghe nelle macchine automatiche a ciclo circolare prodotte da Precitram.


Citazione: “Poiché i nostri clienti (spesso rinomati orologiai) producono pezzi di alta precisione e utilizzano a tal scopo utensili in filigrana (spesso di pochi decimi di millimetro di diametro), dobbiamo dotare le macchine di un controllo dell’utensile. Lavoriamo con il controllo dell’utensile di Nordmann e, grazie al costante sviluppo in casa Nordmann, con questo prodotto siamo sempre al passo con le ultime tecnologie.”




 

Robert Bosch Corporation, Charleston, SC, USA

Image descriptionJ. Dykema, Ingegnere

Macchine controllate: centri di lavoro dell’azienda Matsuura, Robodrill, torni CNC: Nakamura, Okuma, Index

Sensori: modulo di potenza attiva (WLM-3), idrofono per emissioni sonore (SEH), rilevatore di emissioni sonore (SEA)

Metodo di controllo: controllo con limiti dritti, curve inviluppo e “altezza media”.



Citazione: “Il sistema Nordmann è (ed è stato) determinante per rendere il nostro stabilimento in grado di controllare i nostri utensili da taglio durante il processo.  La vera misura del rendimento di un utensile è poter vedere come rimuove il materiale nel modo più efficiente possibile.  La rappresentazione grafica immediata del processo di taglio ci dà il feedback istantaneo di cui abbiamo bisogno per prendere decisioni sui parametri o sulla scelta degli utensili da taglio.  Il sistema Nordmann ci ha dato un aiuto incalcolabile per la diagnosi e la risoluzione di alcuni dei nostri problemi con gli utensili più critici.  Siamo stati anche in grado di utilizzare i sistemi Nordmann per valutare indirettamente le condizioni della macchina, come i tiranti del mandrino, le prestazioni del motore del mandrino, il serraggio delle attrezzature e il movimento degli assi durante un taglio.  L’interfaccia grafica facile da usare ci permette anche di controllare uno strumento esattamente quando, dove e come vogliamo apportando minime modifiche (o nessuna modifica) alla configurazione dei parametri.  Il sistema Nordmann ha avuto un enorme impatto sulla riduzione dei costi, sulla riduzione delle spese per le macchine utensili e sul miglioramento dei processi.  Un sistema come il loro è uno strumento vitale e necessario per qualsiasi azienda che prenda sul serio i suoi processi di produzione.”




 

I.T.S. srl., produttore di torni CNC, Schio, Italia

I.T.S.Paolo Miglioranza, Reparto vendite

Attività di controllo: usura e rottura

Sensori: misurazione della potenza degli assi di avanzamento tramite le uscite analogiche degli inverter con collegamento diretto al Tool Monitor SEM-Modul.

Metodo di controllo: controllo delle curve delle vibrazioni e della potenza, ovvero dell’altezza e della componente dinamica con curve inviluppo con limiti separati per ogni velocità di avanzamento.



Citazione: “ITS SRL ITALY ha acquistato il prodotto della società Nordmann modello *"sem modul" *e lo ha applicato come controllo sforzo utensili sui torni di nostra produzione a cnc (12 assi), ottenendo ottimi risultati e soddisfazione da parte del cliente finale.”

Traduzione DE: “I.T.S. hat das Produkt der Fa. Nordmann, SEM Modul, erworben und in unseren produzierten CNC Maschinen (mit 12 Achsen) eingebaut. Wir erreichen hervorragende Ergebnisse und die Endkunden sind sehr zufrieden.”




 

Overbeck, rettificatrici, Herborn

OverbeckAndreas Rink, Reparto sviluppo software

Attività di controllo: rilevamento di pezzi grezzi fuori tondo, rilevamento di pezzi non completamente rettificati, rilevamento di rumori anomali, rilevamento di rotture di dischi di molatura.

Sensori: rilevamento di vibrazioni del pezzo di lavorazione tramite un getto di lubrorefrigerante come conduttore dell’onda sonora (SEH), parallelamente alla misurazione della potenza attiva (WLM-3) dei mandrini di rettifica.

Metodo di controllo: controllo delle curve delle vibrazioni e della potenza, ovvero dell’altezza e della componente dinamica con curve inviluppo con limiti separati per ogni velocità di avanzamento.

Citazione: “Il funzionamento del SEM-Modul è molto intuitivo, quindi non è stato un problema mettere in funzione da solo il dispositivo. Non ho nemmeno avuto bisogno delle istruzioni per l’uso. Le istruzioni per l’installazione dei sensori sono facilmente comprensibili.”




 

Schulte + Schmidt, fonderia di metalli leggeri, Norimberga

Schulte+SchmidtThomas Gleißner, Caporeparto

Attività di controllo: rilevamento della rottura delle punte di trapano su teste multimandrino a 2 e 3 mandrini in macchine automatiche a ciclo circolare con punte elicoidali (diam. 3,3 e 4,2 mm) e maschi per filettare (M3 e M4).

Sensori: rilevamento delle vibrazioni tramite un conduttore dell’onda sonora in acciaio per molle (SEA-Feder) e un getto di lubrorefrigerante direttamente dai pezzi fissati su una tavola rotante.

Metodo di controllo: limite superiore che rileva il “picco di rottura” delle vibrazioni provenienti dall’oggetto.

Citazione: “Ho già provato dispositivi di altri fornitori. Ma con il vostro sistema, il controllo della rottura delle punte di trapano sulle teste di foratura multimandrino funziona alla grande. La rottura delle punte di trapano è indicata da un chiaro picco nel segnale sonoro. Equipaggerò anche la prossima macchina, che è anch’essa dotata di teste di foratura multimandrino, con questo principio di misurazione.”




 

Lavoro tecnico del sig. Michael Geiger

GeigerMichael Geiger, Tecnico

Il signor Geiger ha scritto il suo lavoro tecnico sulla scelta di un sistema di controllo dell’utensile per la lavorazione con asportazione di truciolo dell’alluminio nei centri di lavoro e ha realizzato a tale scopo una lista di tutte le caratteristiche rilevanti (facilità d’uso, versatilità ecc.) di 5 fornitori diversi:

Citazione: “Confrontando il vostro sistema con i dispositivi della concorrenza, sono giunto alla conclusione che il sistema Nordmann (Tool Monitor) è la Mercedes tra i sistemi di controllo dell’utensile. In particolare, mi hanno convinto la facilità d’uso e la vasta gamma di possibilità di misurazione.”




 

Tesi di laurea del sig. Michael Wende, FH Aalen

FH AalenMichael Wende, laureando presso la FH Aalen

Argomento della tesi di laurea: confronto della funzionalità fra diversi sistemi di controllo dell’utensile.

Citazione: “Vorrei cogliere l’occasione per ringraziarvi molto per l’installazione e la messa a disposizione gratuita del vostro sistema di controllo (Tool Monitor). Dato che il vostro sistema ha raggiunto un ottimo risultato nel confronto con gli altri, vorrei anche dimostrarlo “dal vivo” nel corso della mia presentazione di laurea alla fine di gennaio...”







 

Adam Opel GmbH, Rüsselsheim

OpelJürgen Groß, Tool Manager

Attività: controllo accompagnante il processo della rettifica centrale degli ingranaggi sulle rettificatrici per ingranaggi Kapp, sia per evitare la rettifica parziale unilaterale degli spazi tra i denti sia per ottenere una maggiore durata di vita utile dei dischi di molatura CBN galvanizzati.

Sensori: trasduttore di posizione senza contatto (BDA) all’estremità del mandrino portamola, montato nella copertura dell’alloggiamento della cinghia dentata.




Metodo di controllo: misurazione e controllo del valore limite dello spostamento elastico del mandrino portamola. In caso di superamento del valore limite, correzione dell’angolo dell’asse di rotazione del pezzo di lavorazione (asse A) in entrambe le direzioni.

Citazione: “Le durate di utilizzo sono aumentate del 50%. Inoltre, i pezzi di lavorazione devono essere misurati molto meno frequentemente.”